Tashirojima, Giappone

Le isole di tutto il mondo tendono ad avere popolazioni fluttuanti, generalmente diminuendo o aumentando di dimensioni a causa di una serie di fattori che contribuiscono. Una delle isole giapponesi, situata al largo della costa della città di Ishinomaki, è Tashirojima. Sebbene questa isola sia diminuita in termini di popolazione, non ha perso la sua bellezza ed è oggi conosciuta anche come "Cat Island", e anche per una buona ragione: ospita numerosi gatti.

Cronologia

Le principali industrie sull'isola di Tashirojima sono la pesca e i turisti, ma per centinaia di anni l'isola è stata anche conosciuta per la sua produzione di seta. Durante l'18th secolo, la gente del posto sull'isola allevò bachi da seta, producendo alcuni dei migliori tessuti di seta al largo della costa del Giappone. Per mantenere al sicuro i loro bachi da seta e la seta, la gente del posto pensava che i gatti sarebbero stati una buona soluzione per impedire alla popolazione di topi locali di rovinare la loro seta. Ora, i gatti sono più numerosi della popolazione umana di sei a uno. Oggi il turismo è diventato una parte enorme dell'economia dell'isola, poiché i turisti di tutto il mondo vengono qui per intravedere tutte le meravigliose comunità feline. Dopo il devastante terremoto di Tohoku e il conseguente tsunami in 2011, gli isolani credono che la comunità felina abbia contribuito ad avvertirli, salvando così l'isola da ulteriori distruzioni, e oggi la gente del posto pensa ai gatti come al loro portafortuna. Nonostante il numero impoverito di umani, quest'isola è ancora piena di vita e cultura.

Popolazione cat vs. popolazione umana

In un mondo dominato dagli umani, Tashirojima è un'eccezione poiché l'isola è stata lentamente conquistata dai felini. Negli ultimi anni 50, la popolazione umana è diminuita in modo significativo da 1,000 a 100 abitanti, con un'età media tra 60 e 70, il che significa che la futura abitazione umana dell'isola sembra sempre più improbabile. Tuttavia, i rimanenti umani restano fedeli ai loro compagni felini e le persone di quest'isola sono molto superstiziose nei confronti dei loro gatti e ci sono molte leggende e miti che li circondano. Ad esempio, i pescatori locali credono che nutrendo i gatti ogni giorno abbiano buone possibilità di catturare più pesci. Ritengono inoltre che, monitorando i movimenti e le azioni dei gatti, siano in grado di prevedere i modelli di movimento del tempo e dei pesci.

Cat Shrines

Quando un membro della comunità felina muore, i locali credono che sia loro dovere proteggere e preservare i loro corpi. Tra i due villaggi dell'isola si trova il santuario dei gatti Nekokamisama, che fu originariamente costruito a causa della morte accidentale di un gatto che fu colpito da una roccia caduta. Un pescatore locale, ritenuto responsabile della morte, decise di costruire un santuario per onorare il gatto caduto e salvare l'isola dagli spiriti maligni. Ci sono almeno santuari 10 dedicati ai gatti sacri che sono morti sull'isola, oltre alle pietre dedicate 50 a forma di gatto.

Cosa c'è nelle vicinanze

L'isola di Tashirojima è accessibile solo in barca o in traghetto e si trova a 15 km dalla città di Ishinomaki su un traghetto 40 minuti. Le pensioni sono state costruite sull'isola, offrendo pernottamenti. Il traghetto può portare i visitatori al porto di Odomari nella parte settentrionale dell'isola o al porto di Nitoda situato nella parte meridionale.