Norvegia Cose Da Fare: Museo Vigeland

Il Museo Vigeland norvegese di Oslo è stato fondato a 1947, con una storia che risale a 1919. Il museo si trova nella casa e nello studio dello scultore Gustav Vigeland (1869-1943) e si concentra sui suoi disegni, xilografie, sculture e lettere e documenti personali.

La collezione del museo sottolinea i primi monumenti e ritratti di Vigeland, inclusi i modelli in gesso per le sue sculture nel Vigeland Park. Il museo documenta il processo di Viegeland come artista, come ha lavorato e la storia della sua carriera. Il lavoro di Vigeland è principalmente figurato ed esplora la relazione tra uomini e donne, la morte e la relazione dell'uomo con la natura. Una delle sue prime opere pubbliche fu il restauro della Cattedrale di Nidaros. Il suo lavoro su questa chiesa medievale avrebbe influenzato le sue sculture successive. Altre opere pubbliche hanno celebrato i contributi culturali norvegesi come il drammaturgo Henrik Ibsen e il matematico Niels Henrik Abel. Vigeland ha dato un grande contributo alla reputazione della scultura norvegese, in particolare nel suo paese d'origine, e il suo parco di sculture è il più grande al mondo progettato da un singolo artista.

L'edificio stesso è considerato uno dei migliori esempi norvegesi di architettura neoclassica. È stato progettato dagli architetti Carl Buch e Lorentz Harboe Ree nei primi 1920. Al piano superiore, è l'appartamento restaurato in cui Vigeland visse da 1924 fino alla sua morte in 1943. Lo stesso artista ha progettato molte delle caratteristiche dell'appartamento, tra cui lampade, candelieri e tessuti. Una libreria di volumi 5,000 appartenente all'artista è conservata nella sua interezza.

Storia: Gustav Vigeland è uno degli scultori più noti e prolifici della Norvegia. L'artista è noto soprattutto per il suo design di Frogner Park. Vigeland originariamente ha studiato per essere un intagliatore del legno nei primi 1800 e in seguito ha deciso di diventare uno scultore. Si è formato con lo scultore norvegese Brynjulf ​​Bergslien e ha anche trascorso del tempo viaggiando e studiando nel laboratorio di August Rodin a Parigi e in Italia dove ha studiato opere del Rinascimento italiano.

Le radici del museo iniziarono in 1919 quando Gustav Vigeland offrì al governo norvegese la raccolta delle sue opere per la sua morte. In cambio, chiese al governo di fornirgli un atelier in cui potesse vivere e lavorare, che sarebbe stato usato come museo dopo la sua morte. Fu stipulato un contratto tra Vigeland e Oslo e la costruzione del museo iniziò a 1921. In 1923 Vigeland si trasferì e condivise l'area di lavoro con altri artisti mentre l'edificio era ancora in fase di completamento.

Vigeland morì a 1943 durante la seconda guerra mondiale, le sue ceneri si trovano nel museo del campanile. Il museo è stato aperto al pubblico 4 anni dopo la sua morte in 1947. I fondi in eccesso della società cinematografica statale norvegese sono stati utilizzati per finanziare l'apertura del museo. Oggi il museo è gestito dall'agenzia culturale norvegese.

Programmi in corso e formazione: tour di gruppo sono inclusi nel biglietto d'ingresso al museo. I tour educano gli ospiti sulla storia della vita e del lavoro di Gustav Vigeland. I visitatori sono autorizzati a disegnare le opere a matita, e il museo fornisce sedie e tavole da disegno su cui lavorare. Gli eventi al museo includono conferenze e conferenze, concerti e performance artistiche. Una serie di concerti estivi offre musica dal vivo una volta alla settimana durante i mesi estivi. Vengono offerti laboratori di scultura per bambini di età compresa tra 11 e 13 e sono disponibili risorse per gli insegnanti che si concentrano sul processo di intonaco e fusione di bronzo.

Mostre passate e future: oltre alle mostre permanenti del lavoro di Vigeland, il museo ospita mostre temporanee a rotazione. Le esposizioni passate hanno incluso la Biennale di scultura norvegese. La mostra collettiva presenta il lavoro di artisti norvegesi. La decima Biennale si svolgerà in 2019. "In the Melting Pot" è uno spettacolo che ha fatto più di un'apparizione al museo. La mostra esamina da vicino il primo lavoro di Vigeland di 1889-1890 ed esplora l'influenza del neoclassicismo e dei suoi primi apprendistati a Kristiania.

Nei dintorni: l'opera più famosa di Vigeland, l'installazione di Vigeland, si trova nelle vicinanze del Frogner Park di Oslo, direttamente a nord del museo. Vigeland avrebbe avuto una vista diretta sul parco e sul suo lavoro dal suo appartamento al museo. L'installazione mostra oltre 200 delle sculture dell'artista in granito e bronzo. Oltre 100 delle figure sono intrecciate nel monolite, caratteristica centrale del parco, che si arrampicano l'una sull'altra per raggiungere la cima.

Nobels gate 32, 0268 Oslo, Norvegia, Telefono: + 47-23-49-37-00

Altre cose da fare in Norvegia, Cose da fare a Oslo