Valuta Euro - Suggerimenti Per I Viaggiatori

Quando pianifichi qualsiasi tipo di vacanza, devi pensare a molte cose diverse e prendere in considerazione più fattori per pianificare un viaggio perfetto senza problemi o preoccupazioni. Una delle cose principali a cui pensare è il denaro, poiché molti paesi hanno le proprie valute, che richiedono ai visitatori di utilizzare i pagamenti con carta o ottenere parte della valuta locale per pagare beni e servizi.

Se stai pianificando un viaggio in Europa, ci sono buone probabilità che potresti dover usare l'euro. L'euro è la valuta ufficiale in 19 diversi paesi, tutti Stati membri dell'Unione Europea. È una delle valute più significative al mondo, utilizzata da oltre 300 milioni di persone nella "zona euro", che è il termine usato per descrivere il gruppo collettivo di paesi che utilizza l'euro come valuta ufficiale.

L'euro è la seconda valuta di riserva più grande del mondo e anche la seconda valuta più scambiata. Oltre agli stati membri dell'Unione Europea 19, alcuni altri territori, stati e paesi utilizzano e accettano l'euro come valuta. L'euro come valuta è stato stabilito in 1999 e ha iniziato ad entrare in circolazione negli Stati membri dell'UE in 2002.

Come funziona l'euro?

Il sistema valutario in euro è abbastanza semplice. Il simbolo per questa valuta è € ed è elencato come EUR su mercati azionari e tabelle di cambio. Un singolo euro è costituito da centesimi di 100 e il sistema dell'euro prevede l'uso di monete e banconote. Tutte le monete e banconote in euro possono essere utilizzate in tutta la zona euro, quindi non è necessario disporre di euro specifici da utilizzare in un paese specifico. Puoi prendere euro dall'Irlanda e usarli in Italia, per esempio.

Quali paesi usano l'euro?

L'euro è la valuta ufficiale è 19 degli Stati membri dell'Unione Europea. Questi paesi sono i seguenti:

- Austria

- Belgio

- Cipro

- Estonia

- Finlandia

- Francia

- Germania

- Grecia

- Irlanda

- Italia

- Lettonia

- Lituania

- Lussemburgo

- Malta

- Paesi Bassi

- Portogallo

- Slovacchia

- Slovenia

- Spagna

Oltre ai paesi sopra elencati, anche i seguenti microstati europei utilizzano l'euro come valuta ufficiale:

- Andorra

- Monaco

- San Marino

- Città del Vaticano

L'euro viene utilizzato anche in Montenegro e Kosovo su base non ufficiale. Nessuno di questi paesi è membro dell'Unione Europea per il momento, ma entrambi stanno cercando di raggiungere l'adesione in futuro. L'euro viene anche utilizzato in alcuni piccoli territori di proprietà di Francia e Regno Unito.

Le monete dell'euro

L'euro presenta otto monete diverse in totale dei seguenti valori:

- 1c

- 2c

- 5c

- 10c

- 20c

- 50c

- € 1

- € 2

Queste monete sono tutte di forma circolare. I tre valori più piccoli sono color rame, i tre valori centrali sono realizzati in oro nordico e le due monete più grandi presentano un anello esterno e un cerchio interno di diversi colori.

Il "lato comune" delle monete mostra una mappa dell'Europa e un numero che rappresenta il valore monetario di ogni moneta. Nel frattempo, l'altro lato di ogni moneta è unico per ogni paese, con immagini e figure diverse che appaiono su ciascuna.

Le note dell'euro

Oltre alle monete, l'euro è anche suddiviso in varie banconote. Ci sono sette note in circolazione al momento delle seguenti denominazioni:

- € 5 (grigio)

- € 10 (rosso)

- € 20 (blu)

- € 50 (arancione)

- € 100 (verde)

- € 200 (giallo)

- € 500 (viola)

Come indicato tra parentesi, ogni nota per l'euro ha un colore specifico, quindi è abbastanza facile distinguerli, anche a distanza. Man mano che le note aumentano di valore monetario, anche le loro dimensioni fisiche aumentano, quindi la nota € 500 è significativamente più grande della nota € 5. La banconota da € 500 ha effettivamente cessato la produzione, ma ce ne sono ancora molti in circolazione.

È interessante notare che, a differenza delle monete dell'euro, le banconote dell'euro sono tutte identiche da un paese all'altro. Sono realizzati in fibra di cotone e presentano immagini dell'architettura europea nel corso dei secoli, nonché una mappa dell'Europa. Le banconote in euro presentano anche funzionalità di sicurezza altamente avanzate come inchiostro invisibile e filigrane.

Informazioni e fatti importanti

- È possibile che i prezzi degli euro vengano presentati in modo diverso mentre si viaggia in Europa e si visitano paesi diversi. Alcuni scriveranno il prezzo come € 10, mentre altri posizioneranno il simbolo dell'euro dopo il valore come 10 €. Alcuni useranno anche virgole, anziché punti decimali. Ad esempio, potresti vedere € 2,50 anziché € 2.50.

- L'euro ha sostituito molte valute diverse quando è stato introdotto, tra cui il franco francese, la lira italiana, il marco tedesco, la peseta spagnola, la dracma greca e il fiorino olandese.

- È interessante notare che, nonostante non utilizzi l'euro come valuta ufficiale, il paese di Swizterland accetta spesso euro in ristoranti, negozi e altri stabilimenti. Ciò è dovuto principalmente alla convenienza, poiché la Svizzera è circondata da tutti i lati da nazioni che usano l'euro e ogni giorno molti visitatori internazionali attraversano i suoi confini.

- Alcuni Stati membri dell'Unione europea, come la Danimarca e la Svezia, hanno scelto di conservare le proprie valute uniche anziché passare all'euro.

- Quando si viaggia in Europa, i pagamenti con carta possono essere effettuati in molte località e nella maggior parte dei paesi, ma molte località europee preferiscono comunque utilizzare contanti quando possibile. I viaggiatori dovrebbero cercare di ottenere euro prima di arrivare a destinazione in Europa o prelevarli dagli sportelli automatici all'arrivo per ottenere i migliori tassi di cambio.